Espatriati nel mondo

Quanti sono gli espatriati?

Quanti sono gli espatriati?
Nel 2010, le persone che risiederanno in un altro paese saranno più di 200 milioni. Se è facile appurare che il numero di espatriati a livello mondiale è in continua crescita è anche vero che è difficile determinare l'entità e le proporzioni dell'"industria degli espatriati".

Partendo da questa definizione di espatriati possiamo dire the i seguenti gruppi possono essere considerati un obiettivo di mercato per l'industria degli espatriati:

  • Figure professionali altamente qualificate che lavorano all'estero per un periodo breve o relativamente breve (alcuni usano il termine espatriato per riferirsi esclusivamente a questo tipo di persone)
  • Persone che, in cerca di uno stile di vita più consono ai loro gusti, decidono di trasferirsi in un altro paese. Tra questi, i sempre più numerosi pensionati che si trasferiscono in paesi più economici e con un clima più salubre.
  • Studenti che studiano all'estero
  • Persone che si trasferiscono per ragioni economiche: salari più sostanziosi o uno stile di vita più elevato.
Expatriates worldwide

Il numero di persone che decidono di"cambiare aria" è in costante aumento in tutte le categorie precedentemente menzionate, indipendentemente dalla motivazione, paese d'origine o estrazione sociale. Così, parallelamente all'aumento degli immigrati provenienti dai paesi in via di sviluppo aumenta anche il numero di espatriati provenienti da paesi industrializzati che si trasferiscono all'estero per ragioni personali o lavorative.

Espatriati nei paesi industrializzati

Nei paesi industrializzati, espatriati ed immigrati rappresentano circa il 10% della popolazione totale: un segmento di mercato che fa gola a molti settori dell'economia. Nonostante ciò, l'area geografica a più aIta concentrazione di espatriati sono gli Emirati Arabi Uniti, dove gli espatriati rappresentano il 70% della popolazione, seguiti dal Kwait con più del 60% (Nazioni Unite, 2005 ). In Europa, il paese con la più alta concentrazioni di espatriati è il Lussemburgo (più del 30% della popolazione), seguito dalla Svizzera (più del 20%).

Expatriate percentage of total population

Se dalle percentuali passiamo alle cifre, la classifica cambia notevolmente, con gli Stati Uniti in testa (38 milioni di espatriati risiedono sul territorio statunitense) seguiti dalla Federazione Russa con 12 milioni, anche se in questo caso il numero di espatriati è gonfiato a causa della presenza, in territorio russo, di cittadini di stati dell'ex Unione Sovietica. In Europa, la classifica è dominata dalla Germania che ospita più 10 milioni di stranieri, seguita dalla Francia. Questi dati potrebbero cambiare in futuro poiché in Germania e Francia vivono stranieri che sono arrivati nel paese decenni fa. Attualmente, il paese che riceve più immigrati è la Spagna.

Gli espatriati risultano essere un fattore socio-economico sempre più importante per i paesi industrializzati, dove hanno rivoluzionato la cultura e le regole del marketing e dell'economia in generale. Questa tendenza porterà ad avere sempre di più società multiculturali.

Espatriati provenienti da paesi industrializzati

L'aumento della mobilità a livello mondiale non riguarda solo coloro che lasciano un paese in via di sviluppo in cerca di una vita migliore. Oggi, il numero di persone provenienti da paesi industrializzati che decidono di trasferirsi continua a crescere.

Tra i paesi dell'OCSE, quello che esporta più nazionali è il Regno Unito. Infatti, più tre milioni di britannici vivono all'estero e questa tendenza all'espatrio sembra destinata ad aumentare. Non a caso sono proprio le aziende britanniche a dominare il mercato dei servizi per espatriati. Per esempio, la maggior parte delle compagnie assicurative specializzate in servizi per gli espatriati, hanno sede nel Regno Unito. Anche se, in origine, queste aziende si concentravano prevalentemente sui propri connazionali, oggi offrono servizi in grado di soddisfare i bisogni di espatriati provenienti dal resto del mondo.

La Germania è un buon esempio di segmento di mercato degli espatriati potenzialmente redditizio ma poco considerato. Nonostante la Germania sia il secondo paese dell'OCSE per numero di espatriati (circa 3 milioni di tedeschi vivono all'estero), il numero delle aziende che offrono servizi per espatriati tedeschi è abbastanza ridotto. Così, dato che spesso i tedeschi parlano inglese, si rivolgono ad aziende britanniche. Se il numero di espatriati continua a crescere è probabile che varie aziende internazionali creino prodotti specifici e media per espatriati volti a soddisfare bisogni di questo importante segmento.

Expatriates - Expats by nationality