Le destinazioni più quotate tra gli espatriati

I paesi che più seducono gli espatriati

I paesi che più seducono gli espatriati
Per individuare le destinazioni più gettonate bisogna considerare degli indicatori quali il tasso immigratorio, la qualità di vita e i salari.

Il numero di espatriati che decidono di trasferirsi in un determinato paese potrebbe essere un buon indicatore della qualità di vita del paese stesso, ma i due dati non sempre coincidono. Spesso, le motivazioni che spingono un espatriato in una certa direzione sono prettamente economiche. Alti ingressi nel breve periodo rispetto a ingressi altalenanti fanno sì che si scelga una destinazione piuttosto che un'altra.

Popular exatriate countries

Se si parla delle destinazioni più gettonate, la Spagna è il leader indiscusso della classifica a livello mondiale. Solo nel 2008, il paese ha accolto più di 800.000 stranieri, seguito dalla Germania e dal Regno Unito (Eurostat, 2008). Nel 2008 gli espatriati rappresentavano già 11,4% della popolazione spagnola ma questa percentuale è destinata ad aumentare fino al 20% in futuro. Tuttavia, la difficile situazione economica in cui versa il paese fa pensare che si assisterà a una inversione di tendenza e lo stato delle cose potrebbe cambiare radicalmente nei prossimi due anni.

Qualità di vita degli espatriati

Se invece si prende la qualità di vita come parametro, l'analisi non risulta tanto semplice. Secondo una ricerca realizzata dall' HSBC Expat Explorer (2008), l'opinione su un determinato paese cambiarebbe se si utilizzasse un metro di giudizio soggettivo piuttosto che criteri più obiettivi come il tenore di vita.

Le impressioni più positive in quanto a esperienza personale vengono registrate in Germania, seguita da Canada e Spagna. In questi paesi, gli espatriati sono soliti socializzare con la popolazione locale e imparare la lingua, entrare a far parte di gruppi o comunità e persino comprare delle proprietà. Generalmente, in questi paesi risulta abbastanza facile integrarsi, sia per gli espatriati sia per le loro famiglie (più di due terzi dei figli di immigrati parlano due o più lingue).

Seguendo lo stesso criterio, i paesi in cui si vive peggio sono Cina e gli Emirati Arabi Uniti, dove la maggior parte degli immigrati incontra molte difficoltà d'integrazione e di adattamento alla cultura.

In realtà, ciò che spinge molti espatriati verso alcune destinazione continua ad essere il fattore economico. Da questo punto di vista, Singapore, gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti sembrano essere destinazioni davvero irresistibili. I paesi in cui gli espatriati vengono retribuiti più generosamente sono India e Hong Kong (più della metà percepisce~€120,000 all'anno).